EUTOUR: European Tourism Skills
Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale del Turismo, nel 2016 gli arrivi in Italia sono aumentati del 3,7% rispetto allo scorso anno. Il bilancio della stagione turistica 2016 appare segnato dal consolidamento di flussi di stranieri sulla scia del 2015, secondo i dati Istat.
A questo trend positivo, si affianca il rapporto sull’e-tourism 2016 di Bem Research, il quale rivela che la crescita di turisti stranieri in Italia potrebbe essere ancora più solida se l’offerta digitale, su cui ormai si fondano le scelte della maggior parte dei visitatori, fosse maggiormente sviluppata. Nel confronto internazionale, il gap digitale italiano appare evidente e la sua riduzione potrebbe incrementare le visite fino a 2 milioni di unità. Per fronteggiare le nuove sfide poste dalla crescita dei competitors, e mantenere questi primati inalterati, è necessario creare figure professionali sempre più competenti ed aggiornate.

OBIETTIVI
- Rispondere agli obiettivi generali della KA1 e della Europe 2020 strategy, aumentando l’occupabilità di 150 VET learners (neo diplomati entro un anno dal conseguimento del titolo) provenienti da cinque Istituti Scolastici che promuovono la mobilità internazionale, attraverso attività di tirocinio aziendale, in Spagna, Romania e Irlanda.
- Potenziare soft-skills, competenze digitali e linguistiche dei destinatari, oltre a conoscenze e abilità relativamente a: management di impresa e pianificazione strategica applicate all'avvio di start-up e all'internazionalizzazione d'impresa, con particolare riferimento al settore turistico, tecniche aziendali di marketing, analisi dei dati finanziari, allocazione delle risorse attraverso l'elaborazione di un business plan;
- Contribuire al riconoscimento formale delle competenze acquisite mediante l’adozione del Sistema ECVET e l’integrazione di quest’ultimo con gli altri standard di riconoscimento regionali (repertorio delle qualifiche Regione Campania), nazionali ed europei, diffondendo l’utilizzo di tali procedure a Istituzioni, Enti, Imprese e Stakeholders esterni di riferimento; ed al rilancio della formazione professionale di qualità in Europa, anche secondo le raccomandazioni della New Skills Agenda.
- Contribuire in termini di forza lavoro qualificata ed integrata nell’intero sistema regionale, allo sviluppo e/o potenziamento del settore turistico, stabilizzando nel tempo i dati positivi e portandoli alla crescita.

I DESTINATARI e LE AZIONI
150 studenti frequentanti, durante il 2017/2018, l’ultimo anno scolastico degli Istituti del N.C. (settore turistico) che inizieranno la loro esperienza di mobilità di 28 giorni entro un anno dall’ottenimento del loro diploma.
La formazione sarà preceduta da una formazione pre-partenza in Italia permettendo il raggiungimento di diversi obiettivi formativi, quali:
- miglioramento linguistico (Miglioramento della lingua inglese e apprendimento di una seconda lingua a seconda del Paese ospitante)
- miglioramento delle competenze professionali nei campi del Turismo e Marketing Internazionale, coerentemente con la figura professionale identificata, ossia “Specialista in pianificazione, definizione e promozione di programmi turistici, promozione e sviluppo territoriale”.
- Miglioramento delle soft skills e del CV.
Le azioni di formazione saranno supportate da attività disseminate e potenziate attraverso una fase di inserimento con compagnie non direttamente coinvolte nel partenariato, ma vicine agli Istituti che compongono il Consorzio Nazionale e il loro Coordinatore.

METODOLOGIA
La rete nazionale ed internazionale vanta un’ampia esperienza in gestione ed attuazione di progetti di mobilità transnazionale. Il N.C. trarrà vantaggio dalla sua natura pubblica/privata, favorendo l’incontro favorendo l’incontro tra mondo dell’istruzione/formazione e mercato del lavoro nazionale ed internazionale e da un partenariato europeo costituito sulla base di una rete fiduciaria costruita negli anni da Cosvitec e dagli altri membri del consorzio. Le attività di placement coinvolgeranno aziende del tessuto economico nazionale ed europeo. Queste ultime si iscriveranno con i partecipanti al portale di ricerca del lavoro http://lavoro.cosvitec.com/.

RISULTATI E IMPATTO
- potenziamento dell’offerta formativa ed aumento dell’attrattività dei percorsi VET
- qualificazione dello Staff coinvolto
- maggiore internazionalizzazione di tutti gli enti coinvolti nella partnership
- replicabilità nel contesto locale, regionale e transnazionale di best practices destinate alle aziende operanti nel settore di riferimento, relativamente anche alla certificazione e validazione delle competenze(ECVET)
- vantaggio in termini di forza lavoro qualificata ed integrata nell’intero sistema regionale
- Erasmus PLUS sarà portato all’attenzione di stakeholders ed aziende, diffondendo una maggiore consapevolezza anche nei datori di lavoro, dell’esperienza maturata dai partecipanti alle azioni di mobilità europea.

©2019 S. C. Cosvitec Est -SRL. Tutti i diritti sono riservati. RO 28986721

Cerca